sabato 1 ottobre 2011

Duo ombretti in crema by ELF

Comincio con questo duo di ombretti in crema, la mia carrellata di recensioni di prodotti ELF. Vi dico subito che non mi sono piaciuti e che sconsiglio a tutti ,optate invece per l'acquisto di altri prodotti dello stesso brand. Potete scegliere fa circa 10 abbinamentei differenti di colore, io ho scelto la prima nuance ButterPecan. Hanno un costo di 1,70€, contiene 3g di prodotto. La confezione è davvero pratica e carina, anche l'idea di due ombretti in crema, di due tonalità diverse,ma complementari fra loro, è eccezionale. Avevo scelto questo prodotto con l'idea di uitlizzarlo la mattina per andare all'università. Mi sembrava un prodotto pratico e verstile, ero convinta di poter usare questi ombretti anche come base....ed invece! Non ci siamo proprio! Ho fatto diverse prove e in nessun caso ho avuto riscontri positivi. I colori sono molto molto belli e in questo devo promuovere il prodotto, perchè sono molto luminosi e pigmentati. Purtroppo sull'occhio non durano un piffero e quindi non riesco ad usarli. Attualmente ho trovato un modo per non lasciarli li a morire, applico sotto una base, poi gli ombretti e infine passo un velo leggerissimo di un ombretto in polvere di colore neutro. Ovviamente anche facendo così non è che durino chissà quanto, ma un'oretta buona si. Fare un trucco così non è velocissimo, quindi non mi ci ritrovo per il trucco della mattina presto; li uso invece quando la mattina devo uscire per poco tempo (2 ore al massimo) e non ho bisogno di un trucco vistoso. Creando un trucco chiaro, anche se andrà ad entrare nelle pieghette si noterà poco.  Odio questi ombretti li trovo pessimi e anche se li ho pagati poco sono davvero delusa. Considerate anche che la mi palpebra non è molto oleosa, chi invece ha problemi con la durata del trucco, proprio non potrà usarli. Altro trucchetto per chi ha questi ombretti e vorrebbe finirli,ma non sa come fare è quello di utilizzarli per sfumare la matita. Applico la matita sulla rima inferiore, poi con un pennellino a penna prelevo un pò di ombretto in crema e sfumo molto molto bene, si può ripetere il procedimento anche sulla rima cigliare superiore, ma stando sempre molto attaccate alle ciglia. Il problema è che non si asciugano mai, rimangono cremosi, troppo cremosi e questo fa si che durino poco.

 Questa è la foto con gli ombretti provati al momento dell'arrivo del pacco. Altra problematica è che vanno per forza applicati e sfumati con le dita, proprio perchè questa loro consistenza appiccicosa li rende difficili da lavorare con il pennello, l'unica tipologia è il pennello a penna con setole corte e rigide.
Bene questo è tutto ragazze, un bacio Lisa




















Linea Karitè dei Provenzali

Qualche tempo fa, mentre facevo la spesa al supermercato, passando nel reparto per la cura della persona,mi sono imbattuta nella linea dei Provenzali al karitè, in particolare mi hanno incuriosita due prodotti: il burro corpo e il detergente intimo. Sono sempre stata molto scettica nei confronti del burro, mi sembrava un prodotto troppo ricco per la mia pelle e di conseguenza non l'ho mai acquistato. Non so perché infatti mi sia venuta voglia di provare, fatto sta che me lo sono ritrovata nell'armadietto del bagno e in qualche modo dovevo pur utilizzarlo. Forse lo avrò già accennato, ma non tollero nessun tipo di crema sul corpo, figuriamoci ricoprirmi di burro, non fa per me. L'illumizaione è arrivata un pomeriggio che i miei capelli erano imbizzarriti più del solito, avevo però urgenza di dargli una sistemata e uscire, così senza troppo pensarci ho utilizzato il burro di karitè sui capelli proprio come se fosse una cera. Li ho pettinati, ho spalmato generosamente le lunghezze e con le mani ancora unte ho dato una passata anche sul resto della capigliatura (ovviamente poi li ho raccolti a chignon!). L'effetto iniziale non mi sembrava male, erano pettinati, lucidi e profumatissimi e soprattutto disciplinati e non crespi. Questa meravigliosa trovata per metterli in piega mi ha dato davvero soddisfazione, prima di tutto perché io non amo la gelatina e tutte quelle cose che appiccicano i capelli e non li fanno respirare, in genere utilizzo la cera, ma non è che sia il massimo. La seconda grandissima soddisfazione che mi ha scatenato canti di giubilo è arrivata la mattina seguente, quando ho fatto la doccia...stavo per gridare al miracolo fuori dalla mia finestra! Asciugando i capelli mi sono resa conte che avevano una morbidezza da sogno e una volta asciutti erano disciplinati e ORDINATI. La cosa che non tollero dei miei capelli è che sono sempre sempre sempre crespi e sembrano perennemente spettinati, ho capelli mosso/ricci e dargli un senso è impossibile. Se per caso sono riuscita a far venie dei riccioli abbastanza definiti, ho comunque il problema del crespo; alle stesso tempo se li lascio più sul mosso, dopo nemmeno mezza giornata mi diventano una criniera e devo per forza legarli. Invece applicando il burro di karitè come fosse un impacco, il risultato è davvero ottimo. Questo dei Provenzali è l'unico provato fin ora, ma mi è piaciuto tantissimo. Vi do alcuni consigli pratici: per chi ha capelli molto, ma molto secchi è ideale fare un impacco da lasciare su almeno 3/4 ore; se invece volete solo dare un pò di nutrimento e avete i capelli grassi sarà sufficiente 30 minuti; consiglio in generale di non applicare dopo il lavaggio, salvo casi particolari in cui desiderate fare una piega particolare  (consiglio la piega liscia, i ricci con il ferro durerebbero poco) oppure se come me volete sostituirlo alla cera per capelli (ovviamente il giorno dopo dovrete fare uno shampoo); non esagerate con il prodotto e risciacquate bene. La confezione costa meno di 10€ per 100 ml di prodotto e vi durerà moltissimo, inoltre è un prodotto versatile perchè potete appunto utilizzarlo sul corpo, sui capelli, sulle smagliature, come antirughe, potete mescolarlo con dello zucchero per fare uno scrub...insomma un prodotto che non annoia e che stimola la fantasia! Inizialmente potrà sembrare troppo duro da prelevare, ma basta scaldarlo leggermente con le mani o in inverno poggiarlo sul termosifone che si preleverà senza nessuno sforzo. Mi rendo conto che forse non ho fatto la scoperta del secolo,ma in onestà per me è stata una rivoluzione. Altra scoperta è stata il detergente intimo della stessa linea. Vi dico subito che questo prodotto io lo uso per lavarmi i capelli, anche in questo caso è stata tutta questione di fortuna...quando io lavo la doccia, sposto tutti i prodotti sullo scaffale alto del bagno, molto spesso però mi dimentico di tirarli giù, così è successo che mi son trovata sotto il getto dell'acqua e senza sapone, ho allungato una mano e la prima cosa trovata è stato questo detergente intimo. Ho lavato i capelli e ragazze è molto meglio di moltissimi altri shampoo appositi, i capelli restano puli più a lungo, la cute non si secca e anche qui il profumo è buonissimo ,non è che si senta un profumo di chissà cosa, ma semplice profumo di pulito! Attualmte sto utilizzando gli shampoo di Yves Rocher, ma questo sapone che non nasce per lavare i capelli lo trovo ottimo, è molto delicato e l'inci mi sembra decente. Il problema è che spesso si rchia anche con shampoo delicati di aggredire troppo la cute e seccare il fusto, con questo prodotto, dal ph non acido (perchè studiato per le zone intime) garantisce un lavaggio delicato adattissimo in particolare per chi lava i capelli tutti i giorni. La confezione è da 200 ml, ma non ricordo quanto costa. Sono molto contenta di questi due prodotti che sicuramente ricomprerò, inoltre utilizzati insieme sono perfetti. Ovviamente sono perfetti per me e per il mio tipo di capelli (crespo/secchi e cute che s'ingrassa facilmente). Spero di essere stata utile e che avrete voglia di lasciare un commentino qui sotto per raccontarmi anche la vostra esperienza e le vostre "scoperte". 



un bacio grandissimo e alla prossima recensione, Lisa