domenica 3 aprile 2011

Cura delle mani+ricostruzione unghie

Buona sera a tutti,
come ho già accennato nell'ultimo post sono piena di arretrati, post da scrivere foto da caricare,ma l'università assorbe tutto il mio tempo e spesso la sera sono troppo stanca per mettermi al computer e dedicarmi al blog. Oggi però ho decisamente voglia e tempo per fare quattro chiacchiere sulla cura delle mani, per rimanere nella serie (vedi i precedenti post su viso e capelli). Le mani sono come tutti sanno il principale biglietto da visita di una persona, mani poco curate, sporche, mangiucchiate non fanno certo una bella impressione. Ho sempre amato moltissimo gli smalti, per anni ho avuto una sorta di ossessione per gli smalti neri e rossi (banalotta!),ma non mi sono mai dedicata moltissimo alle mani,mi accontentavo di non mangiare unghie e pellicine e quindi ho sempre avuto mani ordinate, con unghie corte. Mai avuta pazienza per farle crescere. Qualche anno fa però incuriosita dal french le ho fatte crescere e ormai da un paio d'anni mi ritrovo a curarle con maggiore attenzione e cambiare spesso lunghezza e colore. Faccio veramente poco, considerato anche che ci vuole sempre almeno mezz'ora per una manicure come si deve. Una colta a settimana mi dedico a limare e bufferare l'unghia, cerco di non mettero lo smalto per un paio di giorni in modo da non stressarle troppo. Non utilizzo molto la crema mani, ma cerco una volta al mese di fare un impacco e utilizzare olio per cuticole. Alternativa all'olio per cuticole e all'impacco è immergere le mani in acqua tiepida con qualche goccia d'olio, ammorbidisce le pellicine e aiuta a tenere le unghie più lucide, se ci mettete alcune gocce di limone poi contrasta il naturale ingiallimento dell'unghia. Attualmente le porto molto corte perchè non riesco proprio a starci dietro, mi si rompono spesso e devo dire la verità che alle volte a lezione le smangiucchio un pò, però mi son voluta togliere lo sfizio di fare la ricostruzione. Così la prossima settimana verrà una ragazza a casa per farla, so che la ricostruzione indebolisce l'unghia,ma avevo veramente molta curiosità. Leggendo in giro ho trovato che molte ragazze consigliano una volta tolto il gel di tenere le unghie a polpastrello per qualche settimana e possibilmente senza smalto o almeno utilizzare sotto un rinforzante. Alla fine non è che usi prodotti particolari o che faccio cose degne di nota, per me vale la regola generale di non magiare unghie e pellicine (che non andrebbero nemmeno tagliate). Non uso particolari accorgimenti. So che bisognerebbe tagliare l'unghia con una tronchesina apposita e che andrebbero limate sempre nello stesso senso,ma non è che io ci badi moltissimo. Anche in questo caso vale il discorso dell'alimentazione che deve essere ricca di frutta e verdura, perchè come sappiamo le carenze di vitamine fanno male ai capelli, alle unghie e a tutto il corpo. Ormai da due anni utilizzo la lima 6 fasi di Essence cche secondo me è la migliore, qui vi do una dritta: le unghie sono fatte anche di cheratina, quando andiamo a limare o a bufferare, ne portiamo via un pò. Consiglio dopo aver passato la lima sulla parte superiore dell'unghia di non soffiare via la polverina bianca che si va a formare (la cheratina appunto),ma di massagiarla di nuovo sulla superficie, poi immergere le mani in acqua tiepida. In questo modo le unghie s'indeboliranno di meno. Bene direi che è tutto, appena avrò fatto la ricostruzione farò delle foto e vi dirò come mi trovo, i pro e i contro e tutto quello che mi verrà in mente! Un bacio grandissimo e mi raccomando lasciate sempre qualche commentino qui sotto!!!

2 commenti:

  1. Non pensavo che fare il trattamento bufferante alle unghie potesse indebolirle! E in effetti ho notato che da quando uso la lima a 6 fasi di Essence le unghie sono senz'altro più lucide, ma si spaccano anche molto più facilmente (le mie, poi, che sono dure come delle sequoie e di solito non patiscono nemmeno le pallonate). Grazie del consiglio, proverò per un paio di settimane a non bufferarle e a limitarmi a tagliarle.

    RispondiElimina
  2. bufferare l'unghia è utile perchè apre le scagliette (passami il termine) delle unghie e lo smalto attacca maggiormente, però asporta cheratina e quindi tanto bene non fa...io devo dire che se non metto lo smalto non uso il buffer...al massimo solo la parte lucidante...

    RispondiElimina