sabato 1 ottobre 2011

Duo ombretti in crema by ELF

Comincio con questo duo di ombretti in crema, la mia carrellata di recensioni di prodotti ELF. Vi dico subito che non mi sono piaciuti e che sconsiglio a tutti ,optate invece per l'acquisto di altri prodotti dello stesso brand. Potete scegliere fa circa 10 abbinamentei differenti di colore, io ho scelto la prima nuance ButterPecan. Hanno un costo di 1,70€, contiene 3g di prodotto. La confezione è davvero pratica e carina, anche l'idea di due ombretti in crema, di due tonalità diverse,ma complementari fra loro, è eccezionale. Avevo scelto questo prodotto con l'idea di uitlizzarlo la mattina per andare all'università. Mi sembrava un prodotto pratico e verstile, ero convinta di poter usare questi ombretti anche come base....ed invece! Non ci siamo proprio! Ho fatto diverse prove e in nessun caso ho avuto riscontri positivi. I colori sono molto molto belli e in questo devo promuovere il prodotto, perchè sono molto luminosi e pigmentati. Purtroppo sull'occhio non durano un piffero e quindi non riesco ad usarli. Attualmente ho trovato un modo per non lasciarli li a morire, applico sotto una base, poi gli ombretti e infine passo un velo leggerissimo di un ombretto in polvere di colore neutro. Ovviamente anche facendo così non è che durino chissà quanto, ma un'oretta buona si. Fare un trucco così non è velocissimo, quindi non mi ci ritrovo per il trucco della mattina presto; li uso invece quando la mattina devo uscire per poco tempo (2 ore al massimo) e non ho bisogno di un trucco vistoso. Creando un trucco chiaro, anche se andrà ad entrare nelle pieghette si noterà poco.  Odio questi ombretti li trovo pessimi e anche se li ho pagati poco sono davvero delusa. Considerate anche che la mi palpebra non è molto oleosa, chi invece ha problemi con la durata del trucco, proprio non potrà usarli. Altro trucchetto per chi ha questi ombretti e vorrebbe finirli,ma non sa come fare è quello di utilizzarli per sfumare la matita. Applico la matita sulla rima inferiore, poi con un pennellino a penna prelevo un pò di ombretto in crema e sfumo molto molto bene, si può ripetere il procedimento anche sulla rima cigliare superiore, ma stando sempre molto attaccate alle ciglia. Il problema è che non si asciugano mai, rimangono cremosi, troppo cremosi e questo fa si che durino poco.

 Questa è la foto con gli ombretti provati al momento dell'arrivo del pacco. Altra problematica è che vanno per forza applicati e sfumati con le dita, proprio perchè questa loro consistenza appiccicosa li rende difficili da lavorare con il pennello, l'unica tipologia è il pennello a penna con setole corte e rigide.
Bene questo è tutto ragazze, un bacio Lisa




















Linea Karitè dei Provenzali

Qualche tempo fa, mentre facevo la spesa al supermercato, passando nel reparto per la cura della persona,mi sono imbattuta nella linea dei Provenzali al karitè, in particolare mi hanno incuriosita due prodotti: il burro corpo e il detergente intimo. Sono sempre stata molto scettica nei confronti del burro, mi sembrava un prodotto troppo ricco per la mia pelle e di conseguenza non l'ho mai acquistato. Non so perché infatti mi sia venuta voglia di provare, fatto sta che me lo sono ritrovata nell'armadietto del bagno e in qualche modo dovevo pur utilizzarlo. Forse lo avrò già accennato, ma non tollero nessun tipo di crema sul corpo, figuriamoci ricoprirmi di burro, non fa per me. L'illumizaione è arrivata un pomeriggio che i miei capelli erano imbizzarriti più del solito, avevo però urgenza di dargli una sistemata e uscire, così senza troppo pensarci ho utilizzato il burro di karitè sui capelli proprio come se fosse una cera. Li ho pettinati, ho spalmato generosamente le lunghezze e con le mani ancora unte ho dato una passata anche sul resto della capigliatura (ovviamente poi li ho raccolti a chignon!). L'effetto iniziale non mi sembrava male, erano pettinati, lucidi e profumatissimi e soprattutto disciplinati e non crespi. Questa meravigliosa trovata per metterli in piega mi ha dato davvero soddisfazione, prima di tutto perché io non amo la gelatina e tutte quelle cose che appiccicano i capelli e non li fanno respirare, in genere utilizzo la cera, ma non è che sia il massimo. La seconda grandissima soddisfazione che mi ha scatenato canti di giubilo è arrivata la mattina seguente, quando ho fatto la doccia...stavo per gridare al miracolo fuori dalla mia finestra! Asciugando i capelli mi sono resa conte che avevano una morbidezza da sogno e una volta asciutti erano disciplinati e ORDINATI. La cosa che non tollero dei miei capelli è che sono sempre sempre sempre crespi e sembrano perennemente spettinati, ho capelli mosso/ricci e dargli un senso è impossibile. Se per caso sono riuscita a far venie dei riccioli abbastanza definiti, ho comunque il problema del crespo; alle stesso tempo se li lascio più sul mosso, dopo nemmeno mezza giornata mi diventano una criniera e devo per forza legarli. Invece applicando il burro di karitè come fosse un impacco, il risultato è davvero ottimo. Questo dei Provenzali è l'unico provato fin ora, ma mi è piaciuto tantissimo. Vi do alcuni consigli pratici: per chi ha capelli molto, ma molto secchi è ideale fare un impacco da lasciare su almeno 3/4 ore; se invece volete solo dare un pò di nutrimento e avete i capelli grassi sarà sufficiente 30 minuti; consiglio in generale di non applicare dopo il lavaggio, salvo casi particolari in cui desiderate fare una piega particolare  (consiglio la piega liscia, i ricci con il ferro durerebbero poco) oppure se come me volete sostituirlo alla cera per capelli (ovviamente il giorno dopo dovrete fare uno shampoo); non esagerate con il prodotto e risciacquate bene. La confezione costa meno di 10€ per 100 ml di prodotto e vi durerà moltissimo, inoltre è un prodotto versatile perchè potete appunto utilizzarlo sul corpo, sui capelli, sulle smagliature, come antirughe, potete mescolarlo con dello zucchero per fare uno scrub...insomma un prodotto che non annoia e che stimola la fantasia! Inizialmente potrà sembrare troppo duro da prelevare, ma basta scaldarlo leggermente con le mani o in inverno poggiarlo sul termosifone che si preleverà senza nessuno sforzo. Mi rendo conto che forse non ho fatto la scoperta del secolo,ma in onestà per me è stata una rivoluzione. Altra scoperta è stata il detergente intimo della stessa linea. Vi dico subito che questo prodotto io lo uso per lavarmi i capelli, anche in questo caso è stata tutta questione di fortuna...quando io lavo la doccia, sposto tutti i prodotti sullo scaffale alto del bagno, molto spesso però mi dimentico di tirarli giù, così è successo che mi son trovata sotto il getto dell'acqua e senza sapone, ho allungato una mano e la prima cosa trovata è stato questo detergente intimo. Ho lavato i capelli e ragazze è molto meglio di moltissimi altri shampoo appositi, i capelli restano puli più a lungo, la cute non si secca e anche qui il profumo è buonissimo ,non è che si senta un profumo di chissà cosa, ma semplice profumo di pulito! Attualmte sto utilizzando gli shampoo di Yves Rocher, ma questo sapone che non nasce per lavare i capelli lo trovo ottimo, è molto delicato e l'inci mi sembra decente. Il problema è che spesso si rchia anche con shampoo delicati di aggredire troppo la cute e seccare il fusto, con questo prodotto, dal ph non acido (perchè studiato per le zone intime) garantisce un lavaggio delicato adattissimo in particolare per chi lava i capelli tutti i giorni. La confezione è da 200 ml, ma non ricordo quanto costa. Sono molto contenta di questi due prodotti che sicuramente ricomprerò, inoltre utilizzati insieme sono perfetti. Ovviamente sono perfetti per me e per il mio tipo di capelli (crespo/secchi e cute che s'ingrassa facilmente). Spero di essere stata utile e che avrete voglia di lasciare un commentino qui sotto per raccontarmi anche la vostra esperienza e le vostre "scoperte". 



un bacio grandissimo e alla prossima recensione, Lisa
















sabato 17 settembre 2011

Chic Chalet, qualche considerazione....#1


Come accennato nel post rigurdo gli acquisti della nuova collezione della Kiko, oggi voglio condividere con voi alcune considerazioni riguardo i prodotti da me acquistati e quelli che ho potuto visionare in negozio. Comincio subito con gli eyeliner. Questo prodotto è stato declinato in 7 tonalità di colore, brillanti e metalliche. Riporto direttamente dal sito della Kiko:
"La sua formula a base di acqua e polimeri crea un film di colore extra-brillante, no-transfer e altamente coprente. La texture leggera e scorrevole asciuga rapidamente e aderisce perfettamente alla palpebra, senza sbiadire e senza sfaldarsi. L'innovativo applicatore in feltro morbido rende la stesura particolarmente confortevole, semplice e perfettamente calibrata."
I colori sono tutti molto belli e particolari, purtroppo però a mio avviso le uniche tonalità veramente belle e che risaltano come colore sono la 01,02 e la 04. Rispettivamente rosa intenso e pieno di glitterini, un viola non trppo scuro e vivace e un blu elettrico.  Le altre tonalità sono molto scure ed è difficile stabilire il vero colore a meno che non vengano direttamente illuminati dalla luce. Tuttavia mi piacciono molto e mi piacerebbe comperarne altri, per il momento io ho preso solo lo 03, un viola scuro brillante. Questi eyeliner mi sembrano più glitterati che ad effetto metallico.  La formula è leggera e molto fluida e si stende davvero bene, anche grazie al pennellino molto molto sottile in feltro rigido. Il pennellino ha una forma conica rovesciata, con l'estremità davvero ben appuntita, adatta per lavori di precisone. Appena ho potuto provarlo in negozio, mi sono resa conto dela strepitosa somiglianza con un altro prodotto della Kiko, di una passata collezione. Mi riferisco all'eyeliner della linea Sun Essential, dell'estate scorsa, se ricordate in uno dei primi post ho parlato già di questo prodotto. Considerato che mi era piacito molto ho deciso di provare uno di questi proposti di recente. La consistenza è leggermente più fluida e scorrevole, nel caso dell'eyeliner della Sun Essencial dopo qualche mese si è un pochino seccato, creando non poche difficoltà nella stesura. Per ora mi trovo benissimo con questo della Chic Chalet e spero vivamente che faccia una riuscita migliore dell'altro e che non tenda troppo a seccare. Per quanto riguarda il prezzo e il quantitativo,i nuovi eyeliner costano circa 0,50 € in meno e per un quantitativo maggiore pari a 2,5 ml (rispetto allo Shimmering che ne aveva 1,8 ml), direi che assolutamente vale la pena provare. Ovviamente questi eyeliner sebbene brillanti e con glitterini, sono comunque adatti anche a chi non ama le cose troppo vistose, perchè non particolarmente eccessivi. La durata è ottima, per quanto riguarda la scrivenza devo dire che non è perfetta, ma credo sia imputabile alla formula particolarmente liquida (prendete ad esempio un eyeliner in crema o in gel e noterete che sono molto coprenti e scriventi),alle volte può essere necessario fare un paio di passate, senza però creare strati fastidiosi. Passiamo poi alle palettine, io ne ho presa solo una, era davvero difficile sceglieree così mi sono limitata a prendere la 01. Anche in questo caso ho riscontrato delle particolarità, facendo un confronto con altre proposte della Kiko. Nella collezione Electric Town di cui vi ho parlato qui,  erano presenti delle palettine. L'Elettric eyeshadows palettecostava 13,90 € per 9,5 g, contiene 4 ombretti ad effetto metallico ; la Chic Chalet costa 12,90€ contiene anche lei 4 cialde, per una grammatura di 2,4. Notate nulla? Mi sembrava molto spendere circa 14€  per l'Eletric eyeshadows, ma anche qui non si scherza per nulla. Anzi il prezzo è più basso di un solo euro e il contenuto è nettamente inferiore. Devo dire però che la qualità degli ombretti della Chic Chalet è di gran lunga superiore, ma questo a mio avviso non giustifica una cosa così. Gli ombretti hanno dei colori molto belli e in alcuni casi sono davvero delle tonalità particolari, sono morbidi e setosi, molto luminosio escriventi. Leggermente farinosi (come molte altre volte capita con i prodotti Kiko), ma basta prelevare pochissimo prodotto per una buona applicazione. La cosa che mi piace di più è che questi ombretti resistono per molte ore sulla palpebra anche senza l'utilizzo di un primer. Vi trascrivo direttamente dal sito :

"Ogni palette unisce tonalità tono su tono o a contrasto 
dai molteplici finish - perlato, metallizzato e satin - per 
creazioni make up sempre inedite e sofisticate. La formula cotta 
di nuova generazione, priva di talco e ricca di componenti hi-tech, 
enfatizza la purezza del colore garantendo una resa 
 cromatica superiore, particolarmente intensa ed omogenea.
La sua texture morbida e setosa permette un rilascio immediato 
ed intenso dei pigmenti, anche da asciutto. Bagnato,
il colore è ancora più ricco e i riflessi accentuati."


 Per ora sono  molto soddisfatta delle cose acquistate e spero che con il tempo non sarò costretta a cambuiare parere (alle volte capita no?) e poi vorrei comprare altre cose perchè in se la collezione la trovo molto interessante, anche se non particolarmente innovativa. Questa è la prima parte delle mie considerazioni  sulla Chic Chalet, nella prossima vi parlerò delle impressioni  "a caldo" sui prodotti provati in negozio e non acquistati. Infine vi posterò delle foto dei make-up realizzati con questi prodotti. Vi saluto e vi auguro di passare un buon fine settimana, magari di shopping!

giovedì 8 settembre 2011

MAschere viso fatte in casa (e salva tasche!)

In questo periodo di tristi ristrettezze economiche mi trovo spesso ad ingegnarmi su come posso fare qualche taglio alle spese cosmetiche. Cose su cui ho imparato felicemente a risparmire, sono le maschere viso e capelli fatte in casa...ma anche scrub e affini, insomma cerco il più possibile di non trascurare la mia pelle e la mia persona in genere senza però andare fallita. Maschere per capelli e scrub ne ho già sperimentate,ma non ho mai provato una maschera viso fatta in casa. Come spesso è accaduto in passato mi è venuta in aiuto Carlitadolce, con i suoi sempre fantastici video. Vi linko qui sotto il video che mi sta salvando la vita, vi consiglio di seguire questa ragazza che ha sempre idee favolose sia per le nostre tasche, sia per chi vuole più possibile seguire la filosofia dell'ecobio.




Ho provato spesso le cose proposte da Carlita e vi devo dire che in alcuni casi non mi sono trovata bene (credo che certe cose proprio non facciano al caso mio!!), ma con queste maschere mi trovo una favola, la mia pelle e il mio portafogli ringraziano calorosamente!

martedì 6 settembre 2011

Chic Chalet, finalmente!



 


Ebbene si, in questo periodo di magra, mi son fatta coinvolgere da una delle numerose tentazioni che sgusciano giornalmente dal web. Stavo quasi quasi per comperare la Naked, poi le due commesse di Sephora si son azzardate a fare un commentino di troppo e così l'ho posata e son uscita. Dovevo immaginare che sarei tornata da Kiko, anche perchè la commessa aveva passato con me un'intera mattinata (dalle 9 fino alle 11 circa) una pazienza infinita! La signorina (che mi sembra si chiama  Francesca) che mi ha illustrato per filo e per segno tutta la nuova collezione e mi ha fatto provare tutto, non solo, mi ha fatto provare anche la nuova linea Skin, mi ha fatto uno scrub con le nuove salviette, mi ha aiutato con dei consigli ad applicare l'eyeliner...un vero angelo! Alla fine sono uscita di lì felicissima con il mio bottino, che era composto essenzialmente dalla Chic Chalet. Ho comperato una palettina (manco a dirlo!) e un eyeliner, poi ho approfittato dello sconto sui mascara e ho comprato il trattamento notte per le ciglia. Vi dico subito che la nuova collezione Kiko la trovo davvero molto molto valida, certo il prezzo dei singoli prodotti è quel che è, ma trovo che i prodotti siano veramente validi. Della palettina ci sono davvero mille cose da dire e per questo vi chiedo cortesemente di attendere la recensione che arriverà prestissimo (spero). Gli ombretti sono favolosi,ma ho notato alcune cosine e vorrei davvero soffermarmi su questi dettagli, che vanno oltre la quaità fantastica di questo prodotto. Secondo prodotto acquistato e che merita una trattazione speciale e apposita recensione è l'eyeliner, anche qui bellissimi colori e ottima qualità, però.....insomma se proprio volete saperne di più vi basta aspettare!!!

 







Per quanto riguarda i rossetti liquidi, li ho trovati davvero molto molto interessanti, ma qui vi dico subito che non ne ho acquistati (perchè la mia collezione di rossetti è davvero scandalosa), tuttavia provandoli in negozio (anche direttamente sulle labbra) mi sono resa conto che questo prodotto è molto simile ad un altro prodotto della Kiko presente nell'edizione basic: si tratta del Double Touch, rossetti/tinte. La vera differenza che ho trovato è che i rossetti liquidi della nuova collezione seccano le labbra decisamente meno degli altri e li trovo molto più gradevoli da indossare.


  Questa collezione mi piace da matti e spero di poter fare altri acquisti a breve o almeno di trovare più in la qualche cosina con i saldi che ci saranno.  Vi stra consiglio l'acquisto delle palette anche perchè in pratica con la stessa cifra (circa) che spendereste per la Naked potete prendere una varietà di colori maggiore (comprando più palette della Kiko). Fate un salto in negozio o sul sito e se vi piace qualcosa non fatevela scappare perchè sono davvero soldi spesi bene (almeno per quello che ho provato io e per quello che ho potuto vedere in negozio). Prima di andare vi dico che ho cominciato ad utilizzare il trattamento Kiko per le ciglia e che lo sto già provando, passati i 30 giorni, saprò dirvi cosa ne penso e se fa quel che promette!



Un bacione grande e alla prossima