giovedì 25 novembre 2010

TAG: Un libro passato, uno presente e uno futuro!

Come promesso torno con un nuovo post (sperando sempre di poterlo pubblicare in tempi brevi!), oggi vorrei proporre un TAG sui libri e la lettura. Si tratta di scegliere 3 libri, uno legato al nostro passato, uno del nostro presente e un libro che rappresenta il nostro futuro (o anche uno che ci piacerebbe leggere in futuro). Mi è venuto in mente perché ho un fortissimo amore e per la lettura e la mia vita sarebbe veramente inutile se non esistessero libri. Non solo amo leggere, ma il mio sogno nel cassetto è quello di scrivere un romanzo. La mia esistenza è fortemente legata alla lettura, ho sempre letto e ho sempre amato farlo e quando vengo costretta a leggere un libro mi sento come se venissi violentata intellettualmente. Ho sempre  difeso la mia libertà alla lettura, perché viviamo purtroppo in una società dove si legge sempre troppo poco e dove la lettura non viene fatta amare, ma anzi ci viene imposta fin dalle scuole elementari e molti la vivono come un trauma, un fatto spiacevole e poco divertente. Fin da bambina ho manifestato interesse per questo meraviglioso mondo dei libri e ho sempre letto di tutto. Alle elementari avevo una maestra fantastica che insegnava italiano, la maestra Rossella (ancora oggi la incontro e la chiamo maestra!!!), molto del mio amore per la lingua italiana e per la lettura lo devo a lei, i miei compagni mi chiamavano “vocabolario” perché conoscevo tantissime parole strane e difficili che loro non sapevano nemmeno esistere, scrivevo dei racconti divertentissimi e molto fantasiosi: ecco la fantasia non mi è mai mancata, come quando raccontai alle maestre di essere stata in Cina per le vacanze di Natale! Devo la mia passione soprattutto a mia madre che ha sempre letto e mi ha sempre stimolata in questo senso. Ricordo che il primo libro lo lessi in quinta elementare, erano stati comprati dei libri per noi bambini con i soldi del fondo cassa e le maestre avevano scelto per noi il libro più adatto in base al livello di lettura, a me venne assegnato il livello arancione, cioè il più difficile, il libro si intitola La figlia dell’imperatore. Una storia molto carina e che nel corso degli anni ho riletto spesso. Parla di una ragazza di nome Peonia, è povera ma con grandi sogni e mille curiosità. Un giorno scopre  di non essere la persona che credeva, ma di essere la figlia dell’Imperatore Cinese, era stata scambiata da piccola con un'altra bambina, oggi imperatrice, tutto per salvarle la vita quando il palazzo venne attaccato e la famiglia assassinata. La storia ricorda molto quella degli zar di Russia e della piccola Anastasia. Questo è il libro del mio passato, perché conservo un meraviglioso ricordo della mia infanzia e perché è stato il mio primo libro, quello che per moltissimi anni è stato il mio preferito in assoluto. Sono legatissima alla mia infanzia, sono stata una bambina fortunata e felice, anche se sentivo molto la solitudine e per tanti anni la mia unica vera compagnia erano i libri, rifugiarmi in quel mondo a tratti talmente reale da non volerne mai uscire, mi ha salvata veramente. Crescendo poi ho cominciato ad appassionarmi di horror e gialli, passando dai Piccoli Brividi per approdare a Stephen King, il mio autore preferito. Di King ho letto molte cose, anche se mi sembra sempre di non aver letto mai abbastanza, ma essendo un autore molto prolifico è veramente difficile stargli dietro, considerata anche la mole dei suoi libri che di media sono sempre intorno alle 1000 pagine o giù di lì. Alle superiori ho letto quasi solo libri suoi, ogni tanto facevo una pausa per leggere libri consigliati o imposti dalle insegnanti. Mi sono avvicinata molto ad autori come Verga e Pirandello (di cui però ho letto solo alcuni brani), qualche anno fa ho letto un libro di Vasco Pratolini, un autore che non conoscevo molto bene anche perché non avevo mai avuto occasione di studiarlo a scuola, ho trovato per caso questo libro a casa nella libreria (compriamo libri continuamente e spesso ci dimentichiamo di quali e quanti ne abbiamo), Cronache di poveri amanti, è stato subito amore. Questo è il libro che meglio rappresenta il mio presente, è una storia molto vera e profondamente radicata nelle radici e nelle tradizioni, narra le vicende degli abitanti di via del Corno a Firenze tra il 1925 e il 1926, un piccolo mondo racchiuso in poche centinaia di metri. La storia è molto articolata, con molti personaggi tutti legati tra loro da vicende amorose e famigliari. Abbiamo una contessa capricciosa che spia dalla finestra del suo palazzo, abbiamo un carbonaio infido e crudele, un gruppo di giovani amanti e drammi famigliari che si consumano nel silenzio. Il libro è ripartito in tre parti: una introduttiva dei personaggi, la seconda dove la vicenda si evolve e si sfaldano gli equilibri e l'ultima il lieto fine o meglio il ritorno alla famiglia e alla serenità semplice e popolare. Mi ha fatto piangere e mi ha fatto sorridere, mi ha fatto sentire parte del racconto, perché le storie descritte somigliano molto alle storie che conosco io nella vita reale, parla di un passato relativamente recente a cui mi sento profondamente legata. Racconta storie di vita vera, genuina, come la si può vivere in un piccolo borgo o in un paese di provincia, dove tutti conoscono tutti e dove il dolore di uno diviene spesso il dolore di molti. Mi porto nel cuore questo romanzo per molte ragioni, non solo per come è scritto e per la semplice sincerità dei sentimenti trasmessi, ma perché negli ultimi anni (quelli che sto vivendo, il mio presente) ho riscoperto dei valori che credevo perduti, ho trovato ancora una volta preziosa la mia diversità, il mio non essere mai alla moda, ma semplicemente me stessa: una giovane donna che non ha ambizioni così forti nella vita se non la famiglia, la cosa che conta di più. Nel romanzo esce fuori un senso di famiglia molto bello, il più classico, non la famiglia allargata di oggi, ma una nucleo formato non solo dagli individui consanguinei, ma anche dal vicinato, dagli amici più stretti e da tutti i rapporti che si fondano sulla quotidianità. Potrei fare un elenco di libri che trattano più o meno direttamente di questi sentimenti, di questa vita semplice e radicata nei rapporti famigliari, ma questo è quello che ho amato e amo di più, forse anche perché parla della mia amata Firenze! Il mio presente è questo, la famiglia, il legame con la terra e con il passato. Per il futuro è storia forse più complessa, ho scelto un libro che mi rappresenta molto su tutta la linea, sembra quasi scritto per me, lo scelgo pensando al futuro, perché in realtà è la perfetta congiunzione di tutto. Non è un libro solo in verità, ma una saga, scritta da Stephen King, La Torre Nera. Sono sette libri che narrano la storia di un pistolero Roland di Gilead, che è alla ricerca di una misteriosa Torre, il suo mondo è andato avanti o meglio si sta sgretolando e l’unico modo per rimettere insieme i pezzi è raggiungere la Torre. La Torre è il centro di tutto ,del suo universo e degli altri universi esistenti. Questa storia è semplicemente meravigliosa, con una morale molto forte: non importa dove arriviamo, ma il percorso che facciamo per raggiungere la meta. Il senso della vita sta nel viaggio stesso. Spesso ci lasciamo indietro persone con cui abbiamo condiviso molto, siamo costretti a versare lacrime e fare sacrifici, ma sono le esperienze che facciamo, le persone che incontriamo a renderci quello che saremo e non la nostra destinazione. È come vedo il mio futuro, non so dove esattamente finirò, so dove vorrei andare e cosa vorrei essere, ma si può cambiare strada o si deve in alcuni casi, ma tutto questo non importa, conta solo mettere un  piede avanti l’altro e non fermarsi, assecondare il destino o stravolgerlo. So solo che quando sarò arrivata alla mia destinazione tutto avrà un senso, anche le cose più tristi o quelle che non mi sono mai potuta spiegare, avrò percorso tutta la strada e dove sarò o come sarò non avrà più importanza. Nella storia si parla soprattutto di universi paralleli, di nuove vite o vite alternative, d’incontri fatti mai per caso e di scelte, trovo perfettamente descritta la mia visione della vita. Non esiste nulla di definitivo, nemmeno la morte, credo che non siamo soli nell’universo e che esista molto  più di quanto noi possiamo anche solo avere immaginazione. Per che non conoscesse Stephen King, voglio sottolineare le varie influenze letterarie ( o musicali) di cui ha infarcito il racconto, a partire dalla ballata cavalleresca di Sir Roland, passando per Alice e Dorothy e finire con il Signore degli Anelli…


Potrei passare ore ad elencare libri o cosa mi hanno suscitato determinate storie, ma il TAG riguarda solo tre libri ( o tre esperienze letterarie), credo di essermi già dilungata troppo  e il mio libro di restauro mi guarda in cagnesco da diversi minuti…vi saluto e spero volgiate condividere con me le vostre letture del cuore e aprirvi spiegando le motivazioni della scelta e parlare magari della vostra esperienza personale con i libri. Il prossimo post doveva essere quello sull’ultimo disco dei Baustelle, ma credo che rimanderò ancora perché a breve ci sarà un loro concerto a Roma e penso che andrò e mi piacerebbe condividere con voi la cosa e scrivere un post molto più carino e corredato di foto del concerto. Nel frattempo credo pubblicherò un piccolo aggiornamento sullo smaltimento prodotti, per il post sulla cucina ci vorrà un po’ perché non ho messo insieme tutte le foto e credo anche di aver perso una ricetta….insomma faccio parecchia confusione, ma non disperate, mi rimetterò in pari!!!!



Ecco le blogger taggate:

http://www.trucchisvelati.it/
http://campi-di-fragole.blogspot.com/
http://berlandina.blogspot.com/
http://themissrettore.blogspot.com/
http://ladymija.blogspot.com/
...spero di aver taggato correttamente e spero che tutte vogliate unirvi al tag con un post o con un video!

Muffin alla Nutella

Vagando per il web (come sempre) ho trovato varie ricette sfiziosissime con la nutella, purtroppo sono a dieta e non posso concedermi troppi strappi alla regola, posso però cucinare per il mio amore che non è a dieta anzi...così ho deciso di preparare per la sua golosità dei Muffin alla Nutella. Ho diverse ricette per preparare i muffine su internet si trovano tantissime varianti, io però preferisco la ricetta proposta dal blog Anice e Cannella, ho già provato la ricetta di Paola diverse volte e l'ho passata anche a mia cognata ed ogni volta sono stati un gradito successo! Consiglio vivamente di leggere il post di Paola, che rimanda ad ultra blogger da cui ha "preso appunti", così avrete un quadro completo e chiaro di cosa andate a fare ed eventualmente capire dove sbagliate se siete già fan di questo delizioso dolcetto. Riporto passo passo la ricetta di base, a cui ovviamente potete apportare alcune modifiche in base ai gusti e al tipo di muffin che andrete a preparare.

INGREDIENTI
255g farina 0 (se si usa farina autolievitante aggiungere solo 1 tsp lievito), 3tsp lievito, 1/2tsp sale, 110-170g zucchero, 1 uovo, 240ml latte, 90ml olio (o 65g) o 85g butter sciolto e lasciato un po' raffreddare.
( vi lascio un link dove potete trovare tutte le delucidazioni relative alle unità di misura anglosassoni tsp, cup ecc. preferisco non convertire la ricetta e riportarla così com'è proprio perchè queste unità di misura non sono totalmente precise, leggendo da questo articola sarà di sicuro tutto più chiaro http://www.cibo360.it/alimentazione/dietologia/indici_tabelle/cup_teaspoon_tablespoon.htm)  
PROCEDIMENTO
Prima di cominciare abbiate cura di separare gli ingredienti, da una parte quelli liquidi e dall'altra parte quelli secchi setacciati. Sbattete leggermente l'uovo poi aggiungere il latte (o succo di frutta) e il burro fuso (non troppo caldo XD), unite poi lentamente la parte liquida con gli ingredienti secchi. Mescolate benissimo, possibilmente con un cucchiaio di legno e fate in modo che il composto deve rimanere grumoso.
La ricetta può anche finire qui, magari aggiungendo giusto un pò di aroma di mandorla o vaniglia, in alternativa potete aggiungere praticamente tutto ciò che volete: frutte secca (o fresca), cioccolata a pezzi, nutella, marmellata.....spazio alla fantasia ( e alla golosità)! 
 
COTTURA 
Per la cottura 190°/200° in forno statico o a 170° se il forno è ventilato per 20 minuti circa, io ho un forno a gas che preferisco preriscaldare, per il forno elettrico credo non sia necessario. Per accertarvi che siano cotti fate la prova del dito: passati i 20 minuti tirateli fuori e pigiate il dito sulla cupoletta, se torna indietro allora sono pronti!

Detto questo, io faccio sempre qualche modifica alle ricette dopo un paio di volte che le ho sperimentate. In questo caso aggiungerò della nutella e dell'aroma. Vi lascio alla ricettina personalizzata da me e alle foto.

MUFFIN CON CUORE DI NUTELLA
255gr di farina 0
100gr di zucchero 
2 cucchiaini + 1/2 scarso di lievito per dolci 
1/2 cucchiaino abbondante di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
 85gr di burro fuso
 1 uovo
220ml di latte 
nutella q.b. 
COME HO FATTO
Sbattere leggermente l'uovo, aggiungere il latte e il burro fuso (non caldo). Setacciare la farina, lievito e bicarbonato, aggiungere sale e zucchero. Versare lentamente la parte liquida avendo cura di amalgamare bene tutti gli ingredienti. Quando avrete ottenuto un composto simile a questo



potete cominciare a versare il composto negli stampi, io mi aiuto con un cucchiaio, quando sono arrivata a poco meno di metà mi fermo e aggiungo un cucchiaino di nutella, poi ricopro ricordandomi però che i pirottini non devono essere riempiti per più di 3/4 altrimenti fuoriesce tutto! 
Ora infornate a 200° circa per 20 minuti e poi non vi resta che gustarli.....tiepidi sono eccezionali! 



Infine devo assolutamente segnalare il blog da cui ho tratto la ricetta di base Anice e Cannella, un blog veramente interessante e realizzato con grandisima cura, dove troverete tantissime ricette da leccarsi i baffi! 
L'altro blog su cui dovete fare assolutamente un salto è Lo scief scientifico, dove troverete ricette favolose, tra cui una versione gluten free dei muffin!!!!
Buona cucina e buon appetito! 
Lisa

PROGETTO SMALTIMETO PRODOTTI #2



Finalmente trovo del tempo per scrivere gli aggiornamenti sul PSP, dico subito che sono ad un ottimo punto e che sono stata veramente bravissima, ho finito diverse cosette e ho fatto solo una piccola spesuccia ci 5 eurini da Essence per comprare due cose di cui avevo bisogno. Cercerò di stilare un elenco dei prodotti finiti e cercherò di aggiungere velocemente un paio di pareri. 


  • primo prodottino finito è stato il correttore stick della Rimmel Hight the Blemish (non ricordo il colore), l’ho comprato lo scorso anno ad ottobre se non ricordo male, l’ho usato molto, poi però ne ho acquistati altri due della Kiko e per un po’ è rimasto inutilizzato. In realtà lo trovato poco adatto per coprire le occhiaie, perché troppo pastoso e quindi entra nelle pieghette. Costa circa 5/6 euro e credo che lo ricomprerò, non per le occhiaie, ma per le altre imperfezioni. 

  • Il secondo eliminato (o meglio i secondi ) è stato l’acetone della Essence, io ho la facoltà di finire acetone come nulla fosse, ne compro però sempre 3 o 4 tutti insieme e ne avevo accumulata una bella scorta. Ho una boccetta piena a casa mia e ne avevo due piene per metà a casa del mio fidanzato, così ho travasato tutto in una sola boccetta. Utilizzo quello celeste che dovrebbe essere mora e cocco, perché è l’unico a mio avviso veramente buono. Acetoni di altre marche mi hanno sempre seccato  le unghie, e gli altri di Essence hanno un odore per me fastidioso, poi questa versione costa solo 0,99 centesimi di euro!
  • …maschera per i capelli. Un po’ mi dispiace perché la maschera per capelli della Garnier ultra dolce olio di avocado e burro di karitè , mi piaceva alla follia, profumatissima e con un INCI discreto (da quanto ho letto in giro). Mi lasciava dei capelli morbidissimi e toglieva il crespo ai miei ricci. Dovevo però finirla, era nel mio bagno da settembre, dimenticata e sola, perché avevo cominciato a fare degli impacchi di olio…io faccio la maschera una volta alla settimana al massimo, in estate magari anche di più per via del caldo che mi secca le punte. Non amo molto i balsami, invece le maschere mi fanno veramente impazzire!
  • Quarto classificato è il deodorante Garnier Mineral. Qui devo aprire una parentesi, io non ho ancora trovato il deodorante adatto alle mie esigenze, a dire il vero ancora non ho trovato un prodotto adatto alle mie esigenze, che sia una crema o un fondo. Il deodorante però è un vero problema. I deodoranti in crema sono spesso appiccicosi e mi macchiano i vestiti, alcuni spray sono troppo alcolici e irritano la pelle, altri sono così delicati da essere inefficaci. Per non parlare della profumazione, con i deodoranti bisogna andare a scatola chiusa, lo devi comprare e capire se quella fragranza si adatta a te e alle tue esigenze. Compro anche 4 o 5 deodoranti alla volta e li usa magari per un mesetto poi passo al successivo. Nell’ultimo anno poi ne ho cambiati molti, perché quello che mi piaceva della Venus non lo producono più ed è cominciata la mia odissea. Ho voluto provare questo nuovo prodotto ricco di mineralite ( ho comprato tutte le versioni esistenti), mi piace tantissimo l’efficacia e la profumazione, ma non mi sono trovata bene ne con lo spray ne con il roll-on. Ho finito la boccetta e non l’ho ricomprato almeno per ora è bocciato. 
  • Ora passiamo alle unghie…alcuni mesi fa ho comprato l’asciuga smalto di Kiko, è uno spray che dovrebbe miracolosamente far asciugare lo smalto e rendere le unghie lucide come se fosse un top-coat. Il costo è di circa 8 euro, ma a mio parere non ne vale nemmeno 2. Primo difetto è quello di non asciugare, cosa curiosa per un asciuga smalto, non trovate? Ci mette tantissimo tempo prima di assorbirsi e risultare asciutto. Seconda cosa mi creava spesso delle bolle d’aria e lo smalto non risultava bello liscio e lucido. Insomma una vera sola, ma dovevo finirlo con il proposito di non ricomprarlo più. Proverò con le goccine di Essence o con il Mavadry.     



  •  Qui il gioco si fa duro, passiamo ai mascara. Ma quanti mascara può possedere una ragazza??? Io ne conto all’attivo 2, dopo aver fatto fuori gli altri. Il primo mascara deceduto è di Essence il Lash Mania, che dire, eccezionale veramente, si vocifera che somigli molto al Dior Show, non saprei perché non ho mai provato quello di Dior, ma posso garantire sul meraviglioso rapporto qualità prezzo (circa 3,99 €). Si era leggermente seccato e ho aggiunto una goccia di collirio, ma poi ho dovuto cedere e metterlo nelle cose da buttare. Lo Stesso vale per il mascara Maybelline False Lash Effect, insomma sto mascara costato 7/8 euro dovrebbe dare l’effetto ciglia finte, ma tra lo scovolino improponibile e il prodotto troppo pastoso non è che mi sia piaciuto più di tanto. Da non ricomprare!!!!       


  • Abbiamo poi due shampoo. Il primo è della Forsan agli agrumi, comprato durante l’estate ed usato pochissimo. Un prodotto dall’INCI verdissimi, ma mi seccava troppo i capelli e l’avevo accantonato, fino a qualche settimana fa. Ho alternato i lavaggi con quello alla camomilla dell’Antica Erboristeria, che mi ha soddisfatto alla grande. Finiti tutti e due. Piccolo consiglio, quando lo shampoo è a metà boccetta allungatelo con acqua, un cucchiaino d’aceto e un cucchiaino di amido di riso (o mais), laverà tre volte meglio e luciderà i capelli!      






  • Cosa manca???? Ah si lo struccante, o meglio il Latte detergente alla malva della Mill Mill. Certo il prezzo è competitivo e il prodotto non è male, ma non mi ha resa felice, struccarsi la sera era proprio un’impresa, va bene se si ha solo un po’ di cipria e rossetto, ma non toglie affatto il fondotinta o il mascara. La bottiglia è grande forse un litro di prodotto e costa sotto i 5 euro, ma se lo dovessi ricomprare lo mischierei con delle gocce di olio di jojoba per renderlo più struccante.     



 Ad oggi questo è tutto, almeno credo, sono andata a memoria perché non ho la lista sotto mano, cercherò di inserire delle foto, purtroppo alcuni prodotti non li ho potuti immortalare, magari recupero delle foto dal web…ormai manca poco al primo dicembre, ma credo che prolungherò la cosa a dopo le feste visto che non ho più un soldo bucato  e spero di ricevere qualche prodottino carino per Natale. Dimenticavo di dire che ho finito anche una svariata serie di campioncini di creme, contorno occhi, maschere….insomma si comincia a fare spazio! I prossimi sulla lista dovrebbero essere un fard di Kiko, una terra sempre di Kiko e forse altri prodotti struccanti o cmq per la pulizia del viso. Con questi prodotti sono agli sgoccioli, ma ho voluto essere oneste e non inserirli nella lista dei già finiti.

Fatemi sapere se anche voi state smaltendo l’abbondanza di prodotti che abitano i nostri bagni o angoli make-up!!!!

Un bacio Lisa


Cirlando ciarlando!!!!!

Buongiorno lettrici, lettori e compagnucci/e blogger! Oggi ho un pò di tempo libero e mi dedicherò al blog, alcuni post li avevo già scritti e attendono solo di essere corredati di foto e di essere postati. Non ho moltissimo tempo da dedicare al blog perchè sto cercando di risolvere alcuni problemi con l'università Mi sono immatricolata 3 anni fa alla Sapienza, ora per motivi personali ho deciso di trasferirmi a Tor Vergata, ma la cosa si sta rivelando complicata e lunga. Nel mentre che attendo di poter essere immatricolata però mi sto dedicando allo studio e alla ricerca dei libri, non mi rimane tantissimo tempo per il blog. Ci tenevo moltissimo però a ringraziare tutte le persone che si sono iscritte e che hanno lasciato dei commenti, sono molto contenta e mi sento motivata a scrivere sapendo che c'è anche solo una persona che ha piacere di leggere. Chiedo scusa se non ho ricambiato l'iscrizione al blog, la stessa questione di tempo...insomma sto un pò incasinata! Sono anche presa dall'acquisto dei regali di Natale, e da vari preparativi......ma su questo c'è il silenzio stampa!!! Una cosa però che voglio condividere è il mio enorme problema riguardante le sopracciglia! Sono veramente un dramma per me, fino a circa 17/18 anni io non avevo mai toccato le mie sopracciglia, non ne avevo mai sentito il bisogno, poi un giorno una mia amica mi fa " OIH LISA, MA NON è IL CASO DI DARE UNA SPINZATINA?" e io ci sono cascata e mi sono lasciata trascinare nel vortice della ricrescita. Da quel giorno non sono stata più soddisfatta, fino ad arrivare ad oggi, mi ritrovo ora con delle sopracciglia che proprio non mi piacciono. Non posso più spinzettare, ma attendere che ricrescano e poi passare di nuovo a definire la forma...per ora depilerò solo la parte centrale e toglierò qualche peletto sotto l'arcata, per il resto voglio lasciarle così e aspettare che ritornino quasi come in principio....che disastro!!!! Non è proprio carino andare in giro con la ricrescita, ma mi tocca proprio! Mi sto aiutando con l'olio di jojoba e sembra che mi crescano più infretta, sarebbe meglio olio di ricino ,ma non risco a reperirlo. Se avete consigli, o state soffrendo la mia stessa pena scrivetemi e confrontiamoci!!!!!!

un bacio ;) 


martedì 23 novembre 2010

THE DOME Stephen King

The Dome (titolo originale Under The Dome) viene pubblicato per la prima volta nel 2009, anche se l'autore ha confessato di aver cominciato a scrivere quaesto racconto qunado era ancora una ragazzo, poi ritenendolo troppo grande ed impegnativo lo ha messo a riposo in un cassetto, per rispolverarlo 30 anni dopo. La pubblicazione è come sempre per i libri di King della Sperling & Kupfer, con traduzione di Tullio Dobner. La storia è forse tra le più semplici e lineari scritte dall'autore.Cosa può accadere ad una normale cittadina del Maine in una tiepida mattina di ottobre? Forse la cosa più sconvolgente potrebbe essere una rissa nel parcheggio dello Sweetbriar...e se invece calasse un'invisibile cupola e chiudesse tutti in trappola? Basterebbe questo a sconvolgere l'equilibrio della popolazione di Chester's Mill. L'ex marine dale Barbara ha però capito che la cupola è il minore dei loro problemi. Rinchiusi nel loro piccolo "formicaio" Dale e la sua truppa si troveranno prima di tutto a fronteggiare la follia umana... primo fra tutti il giovane Junior Rennie, figlio dell'altrettanto pericoloso Big Jim Rennie, Junior è un ragazzo istabile, prepotente e viziato e dal calare della cupola la sua vita tende a degenerare ogni giorno di più. Suo padre Big Jim è il secondo consigliere della città, in realtà è lui a muoveri i fili di tutto ciò che accade a Chester's Mill, per lui tutta la storia dell'essere intrappolati è solo una manna dal cielo e non un problema da risolvere. Oltre a loro, questo gruppo di coraggiosi dovrà inoltre occuparsi della cupola: l'ossigeno prima o poi finirà, così pure le provviste e il clima diventa ogni giorno più agguerrito!


Uno dei racconti più recenti di King, uno di quelli dai tratti più scuri. Per leggere le sue storie occorre davvero avere fegato e nervi saldi. In questa storia King esce leggermente fuori dai suoi schemi accantonando alcune delle sue "figure" più classiche e raccontando orrori moderni e paure ataviche. I personaggi ben tratteggiati, vivi e mai quieti, penetrano nella vostra vita, spesso facendovi tremare sotto le coperte. Nelle storie di S.K. troviamo sempre delle costanti ...personaggi poco lineari, toccati da eventi particolarmente significativi, in loro troviamo i vari modi di affrontare i propri mostri interiori. Quei mostri che l'autore riesce a far uscire da se e ad intrappolare nella pagina. La cosa migliore di questo libro non è il romanzo in se ( che serve solo da collante alle altre micro-storie), ma le singole vincende legate ai personaggi. I romanzi di S.K. sono sempre sovrappopolati,alle volte si rischia di perdere il filo, tra racconti di primaria importanza e racconti che fanno da cornice o da sfondo. Intrighi, incubi, violenza...tutti assopiti nel cuore del Mill. Durante la lettura si rischia di perdere il senso della realtà e dimenticandosi totalmete della cupola.La forza di King è nel farti veder esattamente ciò che vuole lui, distogliendo l'attenzione da elementi fondamentali per la costituzione del puzzle. In questo particolare libro esprime la sua magistrale bravura nel muoversi all'interno del labirinto della mente umana. La cupola è solo uno stratagemma per raccontare una delle più grandi paure dell'uomo, una legge vecchia come il mondo: il più forte sovrasta il più debole. Avete presente quando da bambini si "gioca" a torturare le formiche? Come vi sentireste ad essere voi le formiche?




"Sammy aveva urlato eccome. Aveva urlato da matti[...] l'avevano lasciata a sanguinare sul divano, dolorante,ma viva[...] lo sentì defluire, scivolare via dai muscoli come l'acqua. Cadde aggrappata ad un ultimo pensiero: sul fianco, non schiacciare il bambino!"



mercoledì 27 ottobre 2010

TAG.....Sai tenere un segreto?????

.....ebbene eccoci con il primo TAG....e non uno facilissimo, si tratta di condividere con voi 7 piccoli segreti. Ho dovuto rifletterci su per qualche giorno poi finalmente mi sono decisa a scrivere ed ecco i miei 7 piccoli segreti!!!!
  1. Ho una paura folle di guidare. Ho la patente e anche la macchina, ma alcuni anni fa ho avuto un incidente d'auto, ero con il mio ragazzo e fortunatamente non abbiamo riportato traumi o altro ma sono rimasta veramente molto molto scossa. 
  2. In inverno difficilmente mi depilo....non sono una scimmia, ne ho veramente pochi e anche in estate mi depilo al massimo 3 o 4 volte in tre mesi perchè sono anche molto chiari e crescono lentamente, insomma spesso sono settimane che non mi depilo e nessuno ci fa caso, il fatto è che sono molto molto pigra!
  3. Dico sempre di non avere paure o fobie(oltre alla guida!) ,ma non è veroooooooo! (non vi dirò però quali sono!!!)
  4. Adoro le verdure....ma i fagiolini proprio non li tollero....
  5. Sono una fumatrice.....ebbene non è che sia un gran segreto direte voi....in realtà è un anno che annuncio di smettere e non lo faccio, in conpenso mi vanto di fumare meno rispetto al passato....cosa non proprio veritiera!
  6. Non amo andare al mare per una lunghissima serie di motivi...primo fra tutti perchè non riesco propio ad esporre la mia ciccia al sole, mi vergogno terribilmente.....
  7. Ed infine devo confessare di avere un rapporto molto intenso con il cibo e con il vino.....sono schiava del piacere enogastronomico.....mi piace mangiare per il gusto di mangiare, adoro bere vino e stare in allegria con gli amici....si scalda il cuore che è una bellezza quando si banchetta in compagnia....non sono affatto una salutista e quando si tratta di una cena con vecchi e cari amici non riesco a mettere un freno!!!!!
........ecco i miei "inconfessabili" segreti, in realtà sono una che segreti non ne ha, perchè parlo sempre con il cuore e non mi nascondo...chi mi conosce sa quanto posso essere irritante per via della mia franchezza! Alla fine nessuno è perfetto e a me non piace passare per ciò che non sono.....spero vi facciate quattro risate con questo TAG!!!!!


sabato 23 ottobre 2010

PROGETTO SMALTIMENTO PRODOTTI

Post velocissimo per dare alcuni aggiornamente. Prima cosa fra tutte il PROGETTO SMALTIMENTO PRODOTTI: sapete tutte che il progetto consiste nello scegliere e terminare 10 prodotti di cosmesi e cura della persona, prima di acquistarne altri. Io ho deciso di renderlo più personale e adatto alle mie esigenze, non sceglierò dieci prodotti, ma tenterò di finire più prodotti possibile dando un limite di tempo. In questo arco di tempo non dobbiamo assolutamente comprare nulla e rispettare fino alla fine il progetto. Perchè ho fatto questa piccola modifica? Non sarebbe meglio stabilire con precisione il prodotto da finire??? Probabilmente si, ma non vedo perchè porci un limite quando possiamo di sicuro fare di più, nelle mie varie scatole e borsette ci  son veramente tantissime cose inutilizzate o per dimenticanza o perchè non mi piacciono, insomma un vero disastro, in più la mia smania di avere tutto quello che mi passa sotto il naso sta facendo peggiorare il tutto. Ho bisogno di un raducale smaltimento....10 prodotti mi sembrano pochini e poi a tempo indeterminato mi fa venire una tristezza e anche alcuni dubbi. Magari scegliamo prodotti già cominciati per finire prima ed essere libere di comprare di nuovo e allora? Che senso ha? Vi faccio un  esempio concreto: attualmente sto utilizzando una crema viso della Kiko e quella all'aloe dell'Equilibra ( in genere uso due prodotti contemporaneamente perchè ho un prodotto a casa mia e uno a casa del mio ragazzo), l'altra mattina  al supermercato volevo comprarne una che mi attira da parecchio tempo, ma sarebbe stato uno spreco assurdo, un affronto alle mie vuotissime tasche! Primo obbiettivo è finire la crema che stiamo utilizzando, poi crecare di utilizzare i numerosi campioncini di cui spesso siamo sommerse! altro esempio sono le maschere per il viso, ne compriamo magari due o tre alla volta qunado potremmo utilizzare sempre la stessa fino ad esaurimento oppure utilizzare come sempre i campioni omaggio. Insomma il progetto non è così terribile come potrebbe sembrare, basta saper scegliere fra i vari prodotti quelli che hanno più necessità di essere smaltiti, avere diversi ombretti o rossetti non lo trovo un crimine, basta non avere tutti colori uguali, peggio è aprire più mascara contemporaneamente, avere a disposizione 2 o 3 fondotinta tutti insieme....svariate creme corpo in base all'umore.....olii e burri di ogni genere....non  si può proprio! Ho fatto fuori il primo prodotto che è il correttore della Rimmel (spero di mettere presto la foto), il prossimo della lista che mi auguro di finire quanto prima è il fondo della Maybelline, non mi piace per nulla o meglio non è adatto ala mia pelle e al mio incarnato, poi ci sono una o due matite vecchissime della Kiko che vanno assolutamente finite. Insomma che dire mi devo impegnare moltissimo, spero che avrete voglia anche voi di aderire a questo progetto che fa bene principalmete al nostro portafoglio!!!!!! Mi dispiace di essere un pò indietro con alcuni post e di non aver risposto al tag, ma non ho avuto proprio la possibilità. Alcuni post arriveranno molto molto tardi perchè sto avendo delle difficoltà di cui poi vi parlerò mano mano, alcuni verranno cancellati o modificati per una questione di praticità....vi prego di portare pazienza ed esssere clementi. Prima di chiudere voglio segnalarvi la mostra di Van Gogh al Vittoriano a Roma, a me non fa impazzire come artista ma vale sempre la pena di andare a vedre una mostra o un museo!!!! http://www.vangoghgallery.it/mostra-van-gogh-vittoriano.htm 
Vi terrò aggiornati con il progetto (che ha come termine il primo dicembre) un bacio e a presto!!!!!

domenica 10 ottobre 2010

MAC vs KIKO

Ciaoooooo! Questa mattina non avevo nulla da fare così ho fatto un giretto sul web cercando informazioni e foto sulla famosissima Venomous Villains Collection della Mac. Per chi ancora non lo sapesse questa collezzione era attesa con trepidazione da molte mekeup-lover. Mettetevi il cuore in pace perchè questa collezione è già sold-out in molti punti vendita, non solo, ma da quello che so non tutti i MAC italiani vendono questa collezione. Quindi se non avete prenotato i prodotti da voi desiderati difficilmente troverete qualcosa! Poco male, secondo me si è fatto tanto rumore per nulla, nel senso che le proposte di questa linea non sono poi così originali ed è facilissimo trovare prodotti simili e ad un prezzo decisamente più adeguato alle tasche di tutti! Non voglio dire che la collezione sia brutta, solo che molto probabilmente siamo state offuscate delle splendide serigrafie dei cattivi impresse sulla confezione....ma noi possiamo avere una personalissima collezione, veramente esclusiva!!!!!!



MALEFICA
 Gli ombretti che vedete nella foto in alto, sono molto molto simili agli ombretti di Kiko ColourSphere: sono ombretti a base molto scura (direi nera) , con moltissimi glitter. I colori sono il blu, il verde, il viola e il fucsia. I primi tre colori sono facilmente reperibili come ho già detto, dalla Kiko http://www.kikocosmetics.com/IT/Scheda/13/Colour-Sphere-Eyeshadow.html, purtroppo le foto del sito non rendono minimamente, ma vi assicuro che le somiglianze sono notevoli: il numero 41 di Kiko è un viola scurissimo, il numero 36 è un blu molto intenso, il 27 ( se non ricordo male) è un verde cosco con tantissimi riflessi. Ovviamente anche qui il punto forte sono i glitter, che danno una luce particolare ai colori, l'unico colore a cui non ho trovato un gemello è il fucsia, ma non credo sia così difficele da trovare anche in altre marche. Che dire dei rossetti? I colori sono bellissimi e molto invernali, anche in questo caso ci viene in aiuto Kiko http://www.kikocosmetics.com/IT/Scheda/294/Cream-Infusion-Stylo.html, nella collezione Siberian Flowers il numero 06 black cherry si avvicina al Dark Deed di  MAC; Violetta è come dice il nome un viola.....e anche qui mi risulta difficile focalizzare un rossetto di questo colore! Lo stesso discorso vale per i gloss, per gli smalti....basta dare uno sgurdi in giro, ad esempio ho visto colori molto molto simili negli smalti Layla. Vorrei proporvi ancora alcune analogie secondo me lampanti. 

 EVIL QUEEN
Diciamocela tutta, sono colori non così innovativi, nemmeno così rari da trovare, anche all'interno dello stesso sotre di MAC, nei nuovi colori di Kiko troviamo diverse tonalità di viola (si passa dal lilla chiaro al viola scuro, in versione mat o perlata) http://www.kikocosmetics.com/IT/Scheda/285/Eyeshadow.html.
Veniamo ai rossetti: abbiamo un rosso molto acceso, direi tra il fragola e il mela e l'altro sembrerebbe un marrone/rossastro. Osservando dal sito i vari rossetti Kiko ho notato che esistono tantissime varianti di rosso (alcune in limited edition e in vendita solo on line) e altrettante varianti di marroni e bordoux http://www.kikocosmetics.com/IT/Scheda/241/Red-Emotion-Satin-Lipstick.html.  
CRUDELIA DE MON
.....E qui mi sento addirittura presa in giro! Avete visto i colori? Ma quanto sarà difficile trovare un nero?! o un beige.....I rossetti qui sono quasi banali, molto neutri.  Ok la qualità MAC è elevatissima rispetto a Kiko, ma i prezzi sono vertiginosi, se ci mettiamo che è una limited edition il prezzo si alza. eviterei di soffermarmi ulteriormente e stenderei un velo pietoso.....


DR FACILIER
 
Non conosco il personaggio e mi sembra anche poco azzeccato....perchè non mettere Medusa o Jafar?!Boh, tolto questo dettaglio direi che anche qui ne abbiamo da vendere....ho anche scoperto da un video di Nicole (http://www.youtube.com/watch?v=TvIc2O4mnMU&feature=feedu) che i pigmenti in quelle varianti di colore esistono già nella collezione permanente (se vogliamo la scatola di questi pigmenti non reca nessuna serigrafia con il cattivo...perchè????). Traete le vostre conclusioni e fatevene comunque una ragione perchè è tutto sold out.

Personalmente credo che realizzerò la mia esclusiva palette con i prodotti Kiko, con un notevole risparmio, spero di essere stata utile e chiara, vi lascio altri i link dei rispettivi siti  in modo ke potrete dare un'occhiata da voi! Alla prossima ;)

....aggiungo anche questo simpatico articolo di un altro blog http://www.nonsolokawaii.com/kawaii-look-for-halloween-evil-queen-vs-maleficent/




Sagra delle castagne



Salve a tutti, oggi voglio parlarvi di un evento a cui tengo in modo particolare. Come molti sapranno i Castelli Romani sono rinomati per l'enogastronomia. Modestamente sono un'orgogliosa abitante della Regina dei Castelli, anche conosciuta come Rocca di Papa. Vi racconterò di volta in volta la storia, le tradizioni e molto altro di questa bellissima Regina!!! Voglio cominciare proprio dall'evento stagionale per noi più importante: la Sagra delle Castagne! La XXXI per la precisione! Come potete leggere dalla splendida locandina, l'evento si svolgerà lungo le strade di Rocca, il 15 16 e 17 ottobre, tre giornate ricche di eventi come potete leggere dal programma:
Ce n'è per tutti i gusti...visite guidate, concerti, artisti di strada, mostre di pitture ed arti grafiche,senza dimenticare la protagonista indiscussa: la Rocchicianella! Questa qualità, frutto dei castagneti di Rocca di Papa, si distingue dalle altre per le ridotte dimensioni e per il gusto dolce! Lo scorso anno sono state stimate più o meno cinquantamila presenze (nell'intero week.end), di anno in anno la Sagra delle Castagne ha aumentato il suo potenziale attrattivo, una manifestazione importante per la città, per il territorio dei Castelli e per l'intera regione Lazio. Così come testimonia il continuo impegno dell'Ass.re al Turismo, Sport e Spettacolo Roberto Sellati, che anche quest'anno propone ai visitatori un programma estremamente vario e accattivante!  Tra gli eventi dobbiamo ricordare la seconda edizione di Miss Castagna, la Rocchicianella 2010...il gran finale è affidato a Nino Frassica!
 
 
 
 
...tre serate da non perdere assolutamente (sperando che il tempo ci accompagni!), io già non vedo l'ora di fare un bel giro tra i vari stand, con un sacchetto di caldarroste in una mano e un bicchiere di buon vino rosso nell'alta!!!! Importantissimo: passeggiando passeggiando cercate lo stand degli Scout (ho due fratelli molto attivi nello Scoutismo), dove potrete assaggiare tante cosine buone preparate proprio da loro! Vi lascio il link della pagina Facebook (dove troverete il dettaglio del programma) http://www.facebook.com/home.php#!/group.php?gid=50571236735 , potete anche iscrivervi se avete voglia di ricevere aggiornamenti sugli eventi di Rocca di Papa. 

Vi saluto con questa bellissima canzone  http://www.youtube.com/watch?v=e6DFTR40N54&feature=related!

.....ci si vede alla Sagra!

lunedì 27 settembre 2010

Mangia Prega Ama....e le ciglia finte!


Ieri sera c'era un tempo da lupi così io e mia cognata Martina abbiamo deciso che la cosa migliore era andare al cinema e vedere un bel film. Come si capisce dal titolo abbiamo scelto il film recentemente uscito, con protagonista Julia Roberts. Il film è molto carino, tratta di argomenti importanti e profondi con leggerezza, senza scivolare nel banale. Mi sono divertita parecchio e vi consiglio di andarlo a vedere. Non sto qui a dilungarmi sulla trama o altri dettagli inutili, perchè è un film molto semplice e lineare, una commedia come tante, senza riprese particolari o effetti speciali. Rispetto ai grandi film a cui ci hanno abituato negli ultimi anni, si potrebbe paragonare ad un lungometraggio di altri tempi. Considerato che dovevamo andare al cinema ho deciso di fare la mia tanto attesa prova CIGLIA FINTE! Ho pensato che sarebbe stato un buon momento per sperimentare, visto che al cinema si sta al buio e nell'eventualità disastro ciglia sarei stata "tutelata"....come si dice "bisogna agire con il favore delle tenebre"! Che dire....è stato tutto più facile del previsto,e cosa importantissima non sono cadute durante la serata, devo essere sincera però, ho passato mesi a studiare video di ogni genere sull'argomento!!!! Ho utilizzato le ciglia di Sephora, che secondo me sono una cosa vergognosa visto che le ho pagate 10€, per incollarle ho utilizzato la colla Lash Grip (se non dico cavolate è quella di Make Up Forever). Mi sono aiutata facendo un trucco molto scuro in modo da camuffare agevolmente eventuali orrori, ho utilizzato il matitone nero di Chresy sfumandolo benissimo con un colore più tenue in modo da dare un effetto "fumoso". Niente glitter ho creato un trucco totalmente mat, matita sopra e sotto per intensificare lo sguardo, mascara e ciglia finte. Ma come le ho messe? Ho tagliato a metà una sola ciglia, e ho utilizzato una metà per un occhio e metà nell'altro. ho trovato più pratico fare così e l'effetto a mio parere è bellissimo! Ho applicato il mascara prima, e dopo ho fatto una passata di mascara trasparente ed è stato un errore perchè le ciglia si sono comunque sporcate, per mimetizzare al meglio ho passto una riga di eyeliner nero non troppo fina. Non dimenticate MAI di portare uno specchietto con voi, perchè è sempre meglio poter controllare la situazione! Nel complesso devo dire che mi sono trovata molto bene, certo non si possono usare le ciglia sempre a mio avvivo, però in certe coccasioni con trucchi molto elaborati sono il tocco in più!
Quesi sono alcuni link che mi sono stati veramente utilissimi, anche come guida all'acquisto delle ciglia. 

Un saluto chi passa di qua e un grazie speciale a chi lascia un commento e a chi sceglie di seguire questo blog!

martedì 21 settembre 2010

Il negozietto dei cinesi.....

Oggi sono uscita con mia madre perchè dovevo comprare le scarpe e sono andata a Grottaferrata (per chi è di Roma o dei Castelli sa dove si trova), bene le scarpe non le ho trovate (la signora del negozio voleva rifilarmi un 37 al posto del 38) in compenso mi sono imbattutta in un negozietto di cinesi aperto da poco. Così mentre mia madre andava in merceria io mi sono fermata a spulciare tra gli scaffali. Va detto e senza voler essere cattiva o altro che in quel negozio c'era una puzza allucinante di sporco e di plastica, un forissimo odore di polvere e sudore.....da maschera anti-gas....mi sono fatta un pò di forza e mi sono catapultata sullo scaffale che ospitava tutti gli accessori per le unghie. Una quantità di oggetti di ogni tipo: penneli, decorazioni per unghie, stampini, glitter, colle, unghie finte, piegaciglia, smalti.......ma la cosa che più mi ha stupito è stato vedere il gel per unghie con tanto di lampada UV e cartine per allungamento! Gel di ogni tipo e colore....Da non credere! Io mi sono concentrata però sugli stampini per unghie e sugli smalti!! smalti di tantissimi colori, anche con il pennellino fino o con la punta a pennarello, non ho trovato però colori che mi attirassero e ho preo solo lo stampy-set con roselline e decori vari. Pago esco dal negozio, poi mia madre mi chiede se per caso in negozio ho visto gli stampi per cannoli, sinceramente non avevo guardato, però c'era veramente di tutto lì dentro che non potevo escludere la cosa. Siamo rientrate e proprio mentro mia madre pagava mi sono finiti gli occhi su uno scaffale in alto dove c'erano delle bellissime e simpatiche cassettiere, che ve lo dico a fare...mi serviva proprio perchè i miei trucchi stanno veramente invadendo la mia stanza!Ho pagato la cassettiera 7€, una cifra non bassissima, ma onesta. Avevano diversi colori e fantasie, ho scelto il verde con la ranocchietta, la prossima volta creso che andrò sulla gialla con l'apetta! Nei prossimi giorni sarò impegnata con il mio ragazzo, però ho già in mente per quando tornerò a casa la nuova postazione trucco, nel mio progetto rientra anche il riassetto della stanza che giace in condizioni pietose. Sto cercando fra le altre cose uno specchio da tavolo e un vasetto/contenitore per pennelli, poi mi piacerebbe anche un panno o un asciugamano da poggiare sul piano della scrivania quando mi trucco.....si accettano consigli!!!! Per ora consiglio io a voi di fare un salto in questi negozietti perchè si trova di tutto a prezzi contenuti. 
Buonanotte ;)



Settembre: chi ben comincia....

Settembre è un mese molto molto strano...ricominciano le scuole, l'università, si chiude definitivamente il periodo delle ferie....non fa troppo freddo, ma ormai il caldo è andato. Niente più belle giornate di sole per andare al mare,ma arrivano le belle passeggiate con l'aria fresca dell'autunno appena arrivato! Mi piace è un bellissimo mese, quando andavo ancora alle superiori ero felice di ritrovare tutti gli amici, molto meno di ricominciare a studiare, ora che sono all'università invece sono contentissima di riprendere a studiare! A dire il vero è un periodo delicato per me, perchè sto per effettuare un trasferimento, cioè dalla Sapienza a Tor Vergata quindi sono ancora senza nulla di concreto da fare. Tra qualche settimana però spero di riprendere tutto a pieno regime. Per me comunque è untrauma svegliarmi presto la mattina e ho sempre un aspetto del tutto discutibile durante la mattinata, come fare per avere un aspetto più fresco e riposato senza perdere troppo tempo visto che di mattina andiamo di fretta? Durante l'estate ho adottato un sistema pratico e veloce per truccarmi in pochissimi minuti, ottenendo un risultato ottimale. Ho capito che basta semplicemente utilizzare i prodotti giusti. Primissima cosa avere sempre cura della nostra pelle: quindi struccarsi per bene, utilizzare un tonico astringente, fare una pulizia del viso una volta a settimana (non necessariamente dall'estetista) e utilizzare sempre una crema idratante. Importantissima è la base viso, io mi trovo più comoda utilizzando un fondo minerale, è più veloce ed è perfetto per le mie esigenze. All'occorrenza utilizzo il correttore sia per i rossori che per le occhiaie. Sicuramente non rinuncio mai al fard perchè ci aiuta ad avere un colorito più sano, essenziale è il mascara per dare profondità allo sguardo. Ci si può fermare anche qui, ma se proprio vogliamo aggiungere qualcosa in più consiglio assolutamente ombretti di tipo automatico, così da poter applicare con un solo gesto il prodotto e sfumare leggermente con le dita. Si possono utilizzare praticamente tutti i colori, basta non eccedere, magari eviterei i glitter e cose tipo ciglia finte! Ideale sono anche le patite colorate, che possono essere utilizzate in sostituzione dell'eyliner. Per le labbra spesso uso il burrocacao, in alternativa vanno benissimo rosseti chiari o gloss. Mi piacciono moltissimo i Longlasting di Kiko perchè sono veloci, durano tutto il giorno e hanno colori bellissimi; sempre della Kiko esistono degli ombretti automatici in polvere facilissimi anche da portare con noi in borsa.....ci sono tantissime alternative: i Metal Glam di Essence, matitoni vari, matite colorate. In assoluto scondìsiglio i pigmenti perchè non sono molto pratici e veloci da utilizzare al mattino!!! Purtroppo la mattina mi sono sempre alzata presto per prendere l'autobus e anche ora con l'università non è cambiato nulla, rispetto però a quando avevo 14 anni mi trucco molto di più o meglio, i primi anni delle superiori mi limitavo a matita nera e se era necessario la cipria. Negli ultimi anni ho cambiato moltissimo le mie abitudini, ma credo che quando siamo molto molto giovani meglio evitare più possibile prodotti come  fondotinta, primer o cose di questo tipo, perchè la pelle invecchia prima con il trucco, poi vorrei anche sottolineare che nelle prime fasi dell'adolescenza siamo bellissime anche senza troppi accorgimenti estetici. Raccomanderei a chi ha problemi particolari di pelle di affidarsi ad un dermatologo perchè il primo step è sempre la cura della pelle, poi viene il resto.


Allego al mio post alcuni link di video e blog di ragazze molto più brave di me, ho trovato ottimi consigli e spunti per un make up veloce e semplice!!!!!!!!
 Trucco scuola by Berlandina
Michelle Phan  consigli per un viso perfetto
Michelle Phan back to school!
carletta22 trucco università




Spulciando tra i vari blog e canali potete comunque trovare ciò che cercate, quindi non mi dilungherò in spiegazioni dettagliate o altro perchè come ho già detto, in giro per il web c'è chi sa fare degli ottimi tutorial.
Spero di poter aggiungere un paio di foto con alcuni esempi del trucco che faccio io generalmente quando vado di corsa o la mattina quando devo uscire e non ho voglia di star li a sfumare o altro.....per informazioni dettagliate su prodotti nominati, scivete pure nei commenti, sarò contenta di condividere con voi la mia esperienza. Un bacio e buon inizio scuola/università/lavoro.....!


lunedì 20 settembre 2010

Kiko Sun Essentials

Mi ero ripromessa di non parlare solo di cosmesi e cura del corpo, ma queesto per me è ancora un momento di frivolezze e svago prima dell'università. Veniamo al sodo. La linea estiva di Kiko mi ha subito incuriosito, per diversi motivi: il fattore di protezione, la promessa di un trucco a lunga tenuta, idratante e resistente all'acqua. Insomma tutto ciò che si cerca in un cosmetico (o quasi!). Ero intenzionata a comperare il fondotinta compatto in polvere, poi una volta in negozio la commessa mi fa provare il Samproof Hyaluronic Bronzer, è stato subito amore. E' una terra colata super idratante con fattore prottettivo 15. Il prodotto si presenta compatto in crema, anzi due creme, una è appunto il bronzer l'altra cremina è un siero di acido ialuronico, non è unto e rimane molto piacevole al tatto, in base a come viene steso verà assorbito o meno dalla pelle. Nasce per essere utilizzato come terra, io però ho preferito utilizzarlo su tutto il viso al posto del fondo, ho scelto il colore 01 beige, è estremamente modulabile e devo ammette discretamente coprente. Ho provato due diverse applicazioni una con pennello per fondo liquido e con spugnetta umida, io preferisco inumidire la spugna in silicone con acqua di rose (o termale) prelevare il prodotto e stendere. con il pennello mi sembra che non si stenda in modo uniforme, mi sono trovata con delle chiazze di colore e non è affatto piacevole! Dura tutto il giorno senza essere pesante o lucidare la terribile zonaT, unica pecca (ma credo dipenda dalla mia pelle) non si assorbe molto facilmente, in particolare se è caldo/umido, cerco di non mettere mai la crema idratante prima di utilizzare questo bronzer e se necessario fisso con la polvere mosaico di Essence (solo su fronte e mento). Il costo iniziale è di 13.50€ non pochissimo considerato che sono 9 grammi di prodotto, la confezione è rotonda e lucida, sempre con specchietto, ma meno bella della collezzione Electric Town, ora è in vendita al prezzo di 6,70€. Consigliatissima a chi ha la pelle secca e che magari anche in inverno non ama il fondotinta, ma necessita di un pò di colorito e uniformare la pelle (alla fine è quasi come una crema colorata, forse più leggera), consigliata anche a chi ha pelle mista o grassa, ma con le dovute accortezze. Un prodotto molto molto valido che si presta a molteplici utilizzi.

Il mio secondo acquisto (compro sempre a rate chissà perchè) è stato il Samproof Stylo spf 15, volevo assolutamente il colore 03 Rich Orange, ma poi provandolo......boh qualche dubbio mi era venuto così ho deviato la mia attenzione sullo 04 Bright Fuchsia, un rosa molto molto intenso. Fatemi dire che questo rossetto è favoloso: cremoso, soffice sulle labbra, non cola, profuma, il colore è luminosissimo e senza brillantini, da veramente l'effetto bagnato e rimanendo semi-trasparente non si è per nulla volgari o ci si sente a disagio portando un colore così acceso. Sono portabilissimi tutti i colori a mio parere. Va detto però che non dura tutto il giorno, se non bevete e fumate 4/5 ore le fa sicuro, certo più passa il tempo più si perde l'effetto lucido, ma il colore persiste, magari sarà necessario riapplicarlo dopo cena o pranzo. Mi sono talmente innamorata di questa tipologia di rossetto che la scorsa settimana ho comprato anche lo  01 Beige. E' molto neutro e sulle mie labbra è veramente delicato, però mi piace la sensazione sulle labbra e l'effetto che fa. Ho pagato il primo al prezzo di 7,50€, il secondo era in saldo e ho speso 5,20€ per un rossetto e soprattutto per questo mi sembrano veramente ben spesi.







ecco come appaio i due rossetti sulle labbra


Terzo e ultimo prodotto è lo Shimmering Eyeliner nel colore oro 02, è molto particolare e appariscente,non si può usare per un trucco da tutti i giorni, ma se vogliamo fare un trucco semplice veloce e d'effetto è fantastico! Dura per tutto il giorno e si stende benissimo proprio grazie al pennellino in feltro morbido. Io sono proprio negata nell'applicazione dell'eyeliner ma con questo applicatore mi trovo benissimo,la punta è fine e pur essendo in feltro non è rigido. Assolutamente promosso! Il prezzo di partenza è di 7.90 € ora lo trovate a 5.20 € se non ricordo male. Nei negozi trovate ancora alcuni di questi prodotti e di sicuro on-line ci sarà ancora un assortimento. Purtroppo non ho le foto del bronzer e del pennelino eyeliner ,ma cercherò di provvedere al più presto!!!!!





rossetti ed eyeliner

venerdì 3 settembre 2010

KIKO Electric Town

Salve a tutti! Come avevo promesso ecco la mia recensione di alcuni prodotti Kiko della collezione Electric Town. Siamo ad agosto e sono rimasti veramente pochissimi pezzi in vendita nei negozi e sul web, però ci tenevo a dire due parole su questa linea, così chi vuole approfittare può farlo anche perchè i prodotti sono iper scontati!


Partiamo dalla prima cosa che ho comprato che è il Soft Touch Blush, è un fard cotto in 7 tonalità. Personalmente ho scelto lo 05 Bright Peach, è un rosino molto luminoso sulle guance, che da un effetto molto naturale, ha dei micro glitter che sulla pelle non si vedono per niente, rendono solo le guance luminose. Quando viene applicato  bisogna insistere un pò non perchè scriva poco, ma perchè essendo chiaro se si vuole un effetto più evidente bisogna lavorarlo un pò, è modulabile il che lo rende perfetto per tutti i giorni soprattutto se non si vuole usare fondotinta, è carino per accentuare l'abbronzatura. Io sono molto chiara di pelle e difficilmente mi abbronzo e con questo fard riesco a non sembrare malata, fa proprio salute sulle guance. La confezione è molto carina dorata lucida e liscia, contiene anche uno specchio molto grande e un pennellino totalmente inutile, contiene 6 grammi di prodotto, non so se è tanto poco forse giusto...mi sembra che il blush della collezione standard sia intorno ai 4 grammi...non ricordo magari ho detto una cavolata. Credo però che finirà presto perchè tende molto a sfarinare e si spreca un bel pò di prodotto! Peccato davvero perchè in realtà è un prodotto molto valido. Sta su tutto il giorno e si sfuma molto bene, come ho già detto un bellissimo colore che ci da un aspetto sano. Il prezzo di partenza è altino 12.90€ , io l'ho preso con i primi saldi e l'ho pagato 9.90€ se non sbaglio, adesso lo trovate per 6.40€ che mi sembra un prezzo giusto per questo prodotto. Ve lo consiglio tanto perchè anche la confezione è proprio carina, con uno specchio grande che si può riutilizzare senza problema anche una volta terminato il prodotto. Non credo avrò la possibilità di comprarne un altro perchè ho diverse cosine da finire per quanto riguarda i fard. Le sette tonalità sono tutte sul rosa/violetto essendo una collezione primaverile, ci sono sia con glitter che sainati senza sbrillini. 

blush















Altro prodotto di questa collezione è l'Elettric eyeshadows palette, credo che fossero anche qui sei o sette palette. Ora è in vendita solo la numero 06 Tokyo Teal. La palette è composta da 4 colori: nero, viola, blu e beige/champagne. Tutti i colori sono "ellettrici" cioè tra il metallizzato e lo shimmer, non sono pigmentatissimi, forse il più pigmentato è il blu, ma sono comunque tutti molto validi. Non hanno glitter, ma rimangono appunto molto shimmer (luminosissimi), possono essere usati asciutti, bagnati e come eyeliner. Mi piace tantissimo l'abbinamento di colori e il fatto che come il blush, sono estremamente modulabili, scivono molto bene e trovo questa palette veramente versatile. ho già avuto occasione di utilizzarla un paio di volte e mi è piaciuta moltissimo e poi è comoda da portare dietro. Il look che mi è piaciuto maggiormente l'ho creato molto semplicemente stendendo il beige/champagne su tutta la palpebra, poi ho messo una riga di eyeliner blu di Essence, sulla parte inferiore dell'occhio ho applicato con il pennellino leggermente sporco di eyeliner una riga sottile che ho poi sfumato con il blu elettrico della palettina. Un risultato veramente semplice ma d'effetto! La confezione è la stessa descritta prima con questo bellissimo specchio, proprio un prodotto da borsetta!!Anche qui stesso difetto già citato, cioè leggermente farinoso. Peccato!!!! Il prezzo originario è di 13.50€ veramente eccessivo, scontato l'ho pagato 6,70€ e mi è sembrato giusto come prezzo per 9,25 grammi di prodotto. 

ombrettini asciutti




effetto bagnato


Passiamo all'Ultimated Lipgloss, credo ci fossero in origine otto tonalità, ora ne sono rimaste forse la metà se comprate dal sito web, se acquistate in negozio dovreste trovare forse una o due. Ho scelto il colore 08 Rose, un classico rosa chiaro che non avevo nella mia "collezione", avendo le labbra molto pigmentate, su di me non risulta molto evidente,ma era esattamente ciò che cercavo. Osservando il colore dalla boccetta si possono notare dei micro glitter che però sulle labbra non si notano, servono solo a far riflettere la luce e conferire volume e luminosità alle labbra.  Sul sito c'è scritto che resiste fino a 6 ore, non saprei dire perchè l'ho sempre usato per uscite mattuttine (fare la spesa o semplicemnte fare una passeggiata) quindi non posso dare un giudizio sull'effettiva durata. Risulta molto cremoso, ma non eccessivamente appiccicoso. Mi piace tantissimo l'applicatore morbido e leggermente curvato. Il prezzo era molto elevato di 7.20€, scontato l'ho potuto prendere a 3.60 per 8 ml. Vi consiglio questi prodotti, soprattutto perchè ora il prezzo è veramente ottimo.
lipgloss e blush




Ho notato che la Kiko tende ad avere dei prezzi eccessivi per quanto riguarda le edizioni limitate, infatti preferisco comprare quando li svendono per fine collezione, lo so che a fine collezione si trova sempre meno scelta però preferisco scegliere fra meno prodotti che spendere una cifra con a mio parere è troppo elevata rispetto al prodotto. Anche perchè in alcuni casi ( e non mi riferisco solo a Kiko) le edizioni limitate non hanno nulla di veramente innovativo. So di aver scritto molto, spero di essere stata utile e precisa. 
Alla prossima recensione!!!!

P.S. abbiate pazienza con le foto non sono esperta, anzi.....spero siano accettabili!!!!!

giovedì 2 settembre 2010

RICICLIAMO!

Diversi mesi fa ho comprato una burro per il corpo perchè tendo ad avere alcune zone molto molto secche (piedi, gambe, gomiti) e cercavo un prodotto che nutrisse la mia pelle senza lasciarla però unta o appiccicosa. benissimo mi reco da Acqua e Sapone e mi fiondo nel reparto creme per il corpo e i miei occhi si sono subito proiettati sul burro vegetale Kaloderma a base di burro di karitè e burro di cacao. Arrivo a casa e la prima cosa che faccio è annusare. Un odore meraviglioso, caldo e invitante. Perfetto non resta che provare. E qui casca l'asino: dopo la doccia spalmo il burro sulle gambe e sui piedi, dopo due ore la mia pelle è ancora scivolosa. Boh avrò sbagliato io ne avrò messo troppo. Secondo terzo tentativo....sempre la stessa storia. In più la mia pelle la mattina dopo non sembra idratata, ma semplicemente avvolta da una patina grassa. Insomma questo burro proprio non mi piace. Ok so benissimo che un burro è per definizione grasso ,ma così è troppo per non parlare delle scagliette che rilascia quando non è ancora asciutto. Come fare? Lo butto? Ma no.....proviamo ad utilizzarlo in altro modo. Così è stato.

Ho preso spunto dall'applicazione della maschera per capelli. In genere la applico sempre prima di lavare i capelli così non restano troppo grassi, ho fatto la stessa cosa con il burro. L'ho spalmato sul corpo prima della doccia, ho fatto un bel massaggio, poi mi sono messa sotto il getto della doccia e ho risciacquato tutto, in fine ho utilizzato il bagno schiuma. Devo dire che l'effeto è sorprendente, pelle morbida senza vischiosità. Non credo che ricomprerò questo prodotto, si è economici (sotto i 10 euro) ,ma l'inci non è il massimo e poi almeno per la mia pelle proprio non va bene! La confezione è da 300 ml e una volta aperto dura 12 mesi. Purtoppo mi sono fatta ingannare dalla scritta in bella vista : NON UNGE, 100% VEGETALE, CON VITAMINA E. Lo so capita di prendere lucciole per lanterne, ora sono in cerca di un nuovo prodotto per il corpo, nel mio bagno ora si puù trovare olio di jojoba, parole di burro di lush e una crema idratante per il corpo della Clinians. non trovo una piena soddisfazione da nessuno di questi prodotti per motivi vari, però sto cercando di utilizzarli perchè non sono proprio da buttare. Farò una recensione molto presto. Se avete consigli scrivete pure nei commenti!
A presto ;)

M.A.C. Studio Fix

Finalmente trovo del tempo per raccontarvi la mia prima esperienza alla M.A.C. 
Prima di tutto io e mia cognata Martina abbiamo girato un bel pò per trovare il negozio perchè a differenza di ciò che si potrebbe credere non si trova nel tratto più trafficato di Via del Corso, anzi si trova proprio su una traversa e non è facilmente visibile. Non ha una grande insegna e in realtà è moltpiù piccolo di quello che credevo. Veniamo al dunque, appena entrata mi sono sentita del tutto spaesata perchè non avevo in mente un prodotto ben preciso da voler acquistare, così ci siamo guardate intorno per un pò, abbiamo provato alcuni colori e poi finalmente mi sono decisa a chiedere alla commessa di consigliarmi un fondotinta adatto alla mia pelle che varia da normale a mista. Mi ha mostrato subito un fondo liquido e mi ha assicurato che non avrei avuto problemi perchè era oil free. Non contenta ho chiesto se ci fosse in polvere e la signorina tutta contenta mi ha proposto lo Studio Fix nel colore nw25. Il colore è assolutamente azzeccato e la consistenza setosa. Ero ansiosa di fare una prov pratica e......meraviglia! Ho testato il fondo per circa una settimana o poco più e mi sono follemente innamorata! La durata è ottima e sul viso è molto molto leggero. Anche alla vista non fa quell'odioso effetto maschera,  ho fatto diverse prove: l'ho applicato con la sua spugnetta, con un pennello kabuki, ho provato sia asciutto che bagnato. Beh devo dire che il metodo migliore secondo me è con il kabuki asciutto, da bagnato non è male però non ho necessità di una grande coprenza. Con la spugnetta si stende,ma è molto più laborioso e sicuramente l'effetto è meno leggero. La cosa che mi piace di più è che toccando la pelle si sente la pelle morbida e non resta colore sulle dita. Contiene silica e talco: uno per asciugare e l'altro per conferire morbidezza, in pratica la cipria non è necessaria. Importantissimo non sfarina (passatemi il termine) quindi non abbiamo troppo spreco di colore. La confezione è nera e all'interno troviamo anche un piccolo specchio. 



Trovo molto comoda questa confezione sia per casa che da portare in borsa perchè occupa veramente pochissimo spazio, non necessita di ritocchi durante la giornata, ma sempre meglio non rischiare e se possibile avere sempre una cipria o un fondo come questo in borsetta per eventuali ritocchi!!!! La confezione è di 15 grammi, non è riportata la scadenza ma credo sia sui 24 mesi una volta aperto. Magari direte che ho provato troppo poco il prodotto per dare un giudizio, ma credetemi per alcuni prodotti ci vuole veramente poco a dare un giudizio. Non ho mai provato un fondo così buono e di qualità, che non ha dato problemi alla mia pelle e che ha reso la mia base veramente perfetta con poco!!!!So che il prezzo è alto (si aggira sui 30 euro), ma è un fondotinta che li vale veramente veramente tutti!!! Spero di essere stata utile!
Ciao ciao e alla prossima!!!

giovedì 19 agosto 2010

MELE BIANCHE, cosa ne penso......

Ho trovato questo libro veramente molto strano, non riesco a dire se mi sia piaciuto sul serio. Mele Bianche è la storia di Vincent Ettric che scopre di essere morto e poi resuscitato grazie all'amore della sua vita. Il compito di Vincent è salvare suo figlio Anjo dal Caos. La storia si snoda in modo molto complesso, stranissimo, onirico senza dubbio,ma che dire? Io non ho ben capito questo libro, non sono riuscita ad entrare completamente nella storia, non mi sono affezzionata ai personaggi. Ho fatto alcune ricerche e da quello che ho capito questo sarebbe il primo di una serie di libri, il che spiegherebbe il finale ambiguo e la storia così contorta. Se fosse semplicemente una storia a se stante, credo che sia opportuna una rilettura, per carpire meglio ciò che spesso sfugge la prima volta. Un libro complesso e non facile da leggere, ci vuole una struttura letteraria forte per capire un pò la storia che ci viene proposta. Consiglio però di avvicinarsi a questo particolarissimo autore, soprattutto agli appassionati del genere. La copertina è molto accattivante e sotto l'ombrellone si legge con piacere. Adesso qualche dettaglio tecnico: se non ricordo male il libro è stato pubblicato nel 2007 (in Italia), da Fazi in formato tascabile, il costo è contenuto 10 euro circa, per un numero di pagine pari a 297. Insomma leggetelo perchè il prezzo è buono, in formato comodissimo e perchè questo autore scrive molto bene. L'idea della storia è veramente molto bella, ma forse poco sviluppata, peccato... Forse sono rimasta delusa per via delle grandi aspettative che avevo rispetto al libro, di cui ho letto cose positive,per ora lascio in sospeso il mio giudizio, in attesa di leggere altro di Jonathan Carroll. Nell'attesa vi auguro buona lettura!